Blog di informazione sul mondo della tricopigmentazione e non solo

Il principe William scherza sulla sua perdita dei capelli

L’alopecia androgenetica o la calvizie maschile possono colpire in qualsiasi età come si nota già su ragazzi in tarda adolescenza o sull’uomo adulto. Nel caso del Principe William, ha è stato colpito rapidamente da questa condizione negli ultimi anni seguendo quanto accaduto al padre Carlo e al nonno, il principe Filippo.

In una recente visita a un centro di riabilitazione, il futuro re ha manifestato un’aria di rassegnazione circa la sua perdita dei capelli quando è stato presentato alla parrucchiera Taz Kabria questa settimana. “Non ho tanti capelli, non posso darti molto lavoro”, ha scherzato il principe. È fantastico che un futuro monarca possa dimostrare un certo senso dell’umorismo su ciò che potrebbe essere un problema imbarazzante, dato il costante sguardo dell’opinione pubblica. Molti uomini non trovano così facile accettare la perdita dei capelli. Il nostro stile di capelli è indissolubilmente legato alla nostra immagine autopercepita, quindi può essere difficile adattarsi se inizia a deteriorarsi. Se ci si sente provati da questa condizione, la prima cosa da ricordare è che non si è soli. Non è solo il principe William che sta perdendo i capelli. Oltre il 60% di tutti gli uomini avrà sperimentato una qualche forma di perdita di capelli entro i 35 anni, l’età del principe.

Parlare con una clinica specialistica per la perdita dei capelli

La seconda cosa da ricordare è che ci sono trattamenti efficaci per la Calvizie ed è sicuramente importante parlarne con una clinica specialistica tricologica se si notano diradamenti della chioma. Ci sono farmaci come finasteride e minoxidil che possono arrestare la perdita dei capelli e persino promuovere la ricrescita in alcuni casi. I trapianti di capelli hanno subito un certo boom anche nella popolazione media negli ultimi anni e non sono un’esclusiva che si possono permettere personaggi ricchi e famosi. Un’altra opzione vincente a cui gli uomini si rivolgono sempre più è la micropigmentazione del cuoio capelluto – la tricopigmentazione – che può essere usata per ricreare l’aspetto di infoltimento nei capelli sottili/diradati o un ultrarealistico effetto rasato su una testa calva o rasata.

Scrivi un commento